La Catrina: origine e storia

La Catrina, conosciuta anche come "La Calavera Catrina" o semplicemente "Catrina", è un'icona iconica della cultura messicana, particolarmente associata alla celebrazione del Dia de los Muertos, o Giorno dei Morti. Questa figura elegante, travestita da scheletro, ha una storia ricca e complessa che risale al periodo post-rivoluzionario del Messico. In questo articolo esploreremo in dettaglio l'origine e la storia di La Catrina .

catrina

Le origini della Catrina:

La Catrina è stata creata dall'artista messicano José Guadalupe Posada all'inizio del XX secolo. José Guadalupe Posada (1852-1913) è stato un prolifico illustratore e incisore che ha svolto un ruolo importante nella creazione di immagini satiriche e caricaturali durante il periodo post-rivoluzionario del Messico.

catrina

La “Calavera Garbancera”:

L'immagine originale di La Catrina è stata creata da Posada con il nome " Calavera Garbancera". Questa caricatura raffigura una donna scheletrica vestita con un abito elegante, con indosso un cappello alto e adornata di piume. La "Calavera Garbancera" era una satira sociale che mirava a criticare l'alta classe sociale messicana dell'epoca, che cercava di adottare uno stile di vita europeo negando le proprie radici indigene. Il termine "garbancero" era un termine dispregiativo usato per descrivere coloro che adottarono uno stile di vita europeo rifiutando le proprie origini indigene.

Evoluzione verso La Catrina:

L'immagine della "Calavera Garbancera" si è evoluta in quella che oggi conosciamo come La Catrina. Questa trasformazione è stata in gran parte dovuta al famoso muralista messicano Diego Rivera. Rivera dipinse una versione di La Catrina nel suo famoso murale "Sueño de una Tarde Dominical en la Alameda Central" (Il sogno di una domenica pomeriggio nel parco centrale di Alameda), completato nel 1947. Quest'opera d'arte rese popolare l'immagine di La Catrina e lo ancorò profondamente nella cultura messicana.

catrina

Significato culturale:

La Catrina è diventata uno dei simboli più riconoscibili della cultura messicana ed è strettamente associata alla celebrazione del Dia de los Muertos (Giorno dei Morti). Incarna la nozione messicana della morte come parte inevitabile della vita e celebra la memoria del defunto in modo colorato e festoso.

Uso popolare:

La Catrina è spesso rappresentata nelle sfilate del Dia de los Muertos, sotto forma di maschere, costumi e figurine decorative. È diventata anche fonte di ispirazione per molti artisti messicani e stranieri e la sua immagine è stata utilizzata in opere d'arte, sculture, tatuaggi e persino lavori di moda.

In conclusione, La Catrina è una figura culturale iconica che incarna l'essenza della celebrazione del Dia de los Muertos in Messico. La sua origine risale alla critica sociale satirica, ma è diventato un simbolo dell'accettazione della morte come parte integrante della vita e della celebrazione della memoria del defunto nella cultura messicana.


Articolo più vecchio Articolo più recente