VENTE FLASH !! -10% SUR TOUT LE SITE code : JUIN2024
Fin dimanche a 23h59
il simbolismo della morte in gioielleria | Santa Muerte

il simbolismo della morte in gioielleria

Il simbolismo della morte è sempre stato presente nei gioielli nel corso della storia, per la sua associazione con la finitezza della vita umana e la continuità dell'esistenza oltre la morte. In molte culture, i gioielli erano considerati oggetti protettivi e calmanti, spesso indossati per garantire una transizione pacifica verso l’aldilà.

collana di santa morte

Collana Santa Muerte

Uno dei simboli più comuni associati alla morte in gioielleria è il teschio. I teschi sono spesso usati per rappresentare la morte, la mortalità e la consapevolezza della propria finitezza. Possono anche essere associati alla protezione e alla prosperità, simboleggiando la resurrezione e la vita dopo la morte.

Scheletri e ossa sono anche simboli comunemente usati per rappresentare la morte. Possono essere incorporati nei gioielli per simboleggiare la solidità della morte e la persistenza dell'anima oltre la vita fisica. Le ossa possono anche essere associate a forza e potere, simboleggiando la continuazione dell’esistenza oltre la morte.

Gioielli associati alla morte tra gli egiziani

Gli Ankh, un antico simbolo egiziano, sono spesso associati alla vita eterna e alla protezione dalla morte. Gli Ankh erano spesso indossati come gioielli per garantire una transizione pacifica verso l'aldilà ed erano considerati oggetti calmanti per i morti.

Gli antichi egizi erano affascinati dalla vita dopo la morte e i gioielli giocavano un ruolo importante nei rituali funebri. I gioielli venivano spesso sepolti insieme ai morti per aiutarli nel loro viaggio verso l'aldilà.

I gioielli più comunemente associati alla morte erano collane di amuleti, che si credeva portassero poteri magici. Gli amuleti avevano spesso la forma di animali o divinità associate alla protezione e alla vita dopo la morte, come Anubi, il dio dei morti, o Iside, la dea della maternità e della protezione.

collana con teschio

Collana Cimi

Erano popolari anche i braccialetti, in particolare quelli con scarabei, considerati simbolo della resurrezione e della vita eterna. Sugli scarabei erano spesso incise iscrizioni che ricordavano le preghiere e le formule magiche necessarie per aiutare i defunti nel loro viaggio verso l'aldilà.

Erano comuni anche gli anelli, spesso incisi con geroglifici o simboli associati alla vita dopo la morte, come divinità uccelli o segni solari. Gli anelli erano spesso realizzati in oro o argento, considerati metalli puri e durevoli, a simboleggiare la vita eterna.

Inoltre, i ciondoli venivano spesso usati per proteggere i defunti dagli spiriti maligni e dalle morti violente. I pendenti erano spesso a forma di cuore e simboleggiavano il cuore del defunto, che necessitava di essere protetto per assicurarne la resurrezione.

Infine, i gioielli per la testa erano comunemente usati anche nei rituali funebri. Diademi e corone erano spesso fatti d'oro e tempestati di pietre preziose, a simboleggiare la regalità e la divinità del defunto nell'aldilà.

Gioielli associati alla morte nelle civiltà precolombiane

collana-quetzalcoatl

Collana Quetzalcoatl

Le civiltà precolombiane della Mesoamerica avevano gioielli associati alla morte che venivano usati per molte ragioni diverse. I gioielli, come collane, braccialetti, orecchini e pendenti, venivano spesso usati per onorare i defunti e celebrare il loro passaggio nell'aldilà.

Gli Aztechi, ad esempio, credevano che i defunti dovessero affrontare un lungo viaggio per raggiungere l'aldilà e spesso offrivano gioielli d'oro per aiutarli a navigare in questo mondo. I Maya, invece, credevano che i gioielli fossero importanti per i defunti perché li proteggevano dagli spiriti maligni e li aiutavano a raggiungere una nuova vita. I gioielli venivano spesso sepolti insieme ai defunti o collocati nelle tombe per proteggerli.

I gioielli associati alla morte venivano usati anche per celebrare i cicli della vita e della morte. Ad esempio, gli Aztechi celebravano il ciclo della vita e della morte con feste annuali, chiamate "Xochiquetzal", durante le quali indossavano gioielli associati alla morte e ballavano per onorare i loro defunti. I Maya, dal canto loro, utilizzavano gioielli associati alla morte per celebrare il passaggio del defunto nell'aldilà, festeggiando con feste e rituali durante i quali i gioielli venivano offerti in sacrificio.

Inoltre, i gioielli associati alla morte venivano spesso usati per rappresentare lo status sociale e la ricchezza di chi li indossava. Le persone più ricche e potenti di queste civiltà spesso indossavano gioielli d'oro per mostrare la loro ricchezza e il loro elevato status sociale. I gioielli venivano usati anche per rappresentare il loro legame con i loro antenati e per onorarli.

Nella religione cattolica:

Nella religione cattolica, i gioielli associati alla morte sono un importante simbolo di fede e spiritualità. Ricordano la vita eterna promessa da Cristo e aiutano i credenti a ricordare la morte come passaggio verso un futuro migliore. Alcuni dei gioielli più comunemente associati alla morte nella religione cattolica includono:

  1. La Croce: La croce è il simbolo più importante della religione cattolica e rappresenta la morte e la resurrezione di Cristo. Le croci possono essere indossate come gioielli o appese alle pareti delle case e delle chiese.

collana a croce

  1. Il crocifisso: Il crocifisso è una croce con una statua del Cristo crocifisso. È simbolo della sofferenza di Cristo per la salvezza degli uomini e rappresenta la morte come occasione di redenzione.

  2. Il teschio: Il teschio è un simbolo di morte e ricorda ai credenti che la vita è fugace. I teschi sono spesso associati alla meditazione sulla morte e sulla vita eterna.

  3. Lo scapolare: Lo scapolare è un pezzo di tela attaccato ad una corda intorno al collo e indossato sotto la camicia. Rappresenta la protezione divina ed è spesso associato alla devozione alla Vergine Maria.

  4. Il Rosario: Il rosario è un rosario utilizzato per pregare e meditare i misteri della vita di Cristo. È spesso associato alla morte e alla vita eterna perché le preghiere del rosario sono incentrate sulla redenzione.

  5. Il sudario: Il sudario è un velo che avvolge il corpo di una persona defunta prima della sepoltura. Rappresenta la morte fisica e il passaggio alla vita eterna.

Questi gioielli sono importanti per i credenti cattolici perché li aiutano a ricordare la morte come una parte naturale della vita e un passaggio verso un futuro migliore. Offrono anche una fonte di conforto e ispirazione per i credenti che cercano di vivere una vita spirituale più profonda. Infine, aiutano a mantenere la fede e la devozione a Dio, soprattutto nei momenti difficili, come la perdita di una persona cara.

Nelle bande di motociclisti:

Il simbolismo della morte è una parte importante del culto dei motociclisti ed è spesso associato alle bande di motociclisti e alla cultura dei motociclisti. La morte è spesso associata alla libertà, alla trasgressione delle norme sociali e al non conformità. I motociclisti spesso vedono la morte come una forma di liberazione dalla vita quotidiana e dai suoi obblighi.

Il simbolo della morte è spesso rappresentato da teschi, ossa, fiamme o teschi. È consuetudine che i motociclisti personalizzino le proprie moto con questi simboli, dipingendoli su serbatoi, borse laterali e giacche. Anche i tatuaggi con teschi sono molto popolari tra i motociclisti e sono spesso associati alla morte.

Essere membro di una banda di motociclisti o essere un motociclista è spesso associato a una serie di rischi, tra cui incidenti in moto, arresti e scontri con le autorità. Ciò può portare alla perdita prematura della vita e, di conseguenza, la morte è spesso considerata una parte integrante della vita del motociclista. I motociclisti spesso vedono la morte come una fase naturale della vita e non la temono, ma piuttosto la vedono come un modo per raggiungere la loro patria celeste.

Inoltre, il simbolo della morte può anche rappresentare il sacrificio e l’eroismo. I motociclisti spesso vedono il loro stile di vita come un rischio e un sacrificio, e il simbolo della morte può essere visto come un modo per onorarli. I motociclisti spesso vedono la loro cultura come una fratellanza e sono disposti a lottare l'uno per l'altro. La morte può anche rappresentare un sacrificio per la confraternita, un sacrificio per i membri della banda.

Rock n roll! :

Il simbolismo della morte è sempre stato presente nella cultura rock, riflettendo la trasgressione, la ribellione e la ricerca di significato in un mondo spesso percepito come incoerente e caotico. La morte può essere usata come metafora delle difficoltà e delle sofferenze della vita, così come della libertà e della trascendenza.

Negli anni Cinquanta e Sessanta la morte era spesso associata alla ribellione giovanile e all’opposizione alla Guerra Fredda e alla società dei consumi. Ad esempio, canzoni rock 'n' roll come "Johnny B. Goode" di Chuck Berry e "Summertime Blues" di Eddie Cochran celebravano la libertà e la ribellione contro le autorità costituite.

Negli anni '70 e '80 il punk rock accentuò questo simbolismo, utilizzando la morte come metafora della decadenza della società e della resistenza alla repressione. Band come The Clash, The Damned e The Sex Pistols usarono la morte come simbolo di libertà e individualità, in opposizione al conformismo sociale e al tradimento politico.

Negli anni '90 e 2000, il simbolismo della morte nel rock ha continuato ad evolversi, spesso concentrandosi sui temi della solitudine, della tristezza e della perdita. Molti gruppi rock alternativi come Nirvana, Pearl Jam e Soundgarden hanno esplorato la morte come metafora del tumulto emotivo e delle domande esistenziali, utilizzando immagini e testi per catturare il dolore e la complessità della vita moderna.

In definitiva, il simbolismo della morte nel rock riflette la tensione tra vita e morte, così come la ricerca di significato e libertà in un mondo spesso caotico e incoerente. Usando la morte come metafora, gli artisti rock possono esplorare gli aspetti più profondi e difficili della condizione umana, creando musica che è allo stesso tempo potente e poetica.

Infine, le ali degli angeli sono spesso associate alla morte, simboleggiando il passaggio dalla vita fisica a quella spirituale. Le ali possono anche rappresentare libertà e protezione, simboleggiando l'idea che le anime possono volare liberamente nell'aldilà.

In conclusione, il simbolismo della morte nei gioielli è ricco e vario e riflette le credenze e le speranze delle culture di tutto il mondo. I gioielli vengono spesso indossati per ricordarci la finitezza della vita umana, per invocare la protezione divina di fronte alla morte,


Articolo più vecchio Articolo più recente


Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati