Tutto quello che devi sapere su Santa Muerte

La morte arriva per tutti noi, per alcuni come un'ombra in attesa di strapparci l'anima, per altri un angelo disceso dal cielo per riportarci a casa. In tutte le culture del mondo ci sono riferimenti o miti sulla morte personificata. L'immagine della morte è raffigurata come un triste mietitore, un guardiano degli inferi, un fantasma senza volto, e in Messico è ilSanta Muerte.

 

Sebbene la Chiesa cattolica e il governo messicano abbiano ufficialmente rifiutato il culto delSanta Muerte (la santa della morte) in Messico, non si può negare la popolarità e il fervore dei suoi seguaci. La morte a volte è raffigurata sotto forma di un uomo, ma in Messico la troverai molto spesso sotto forma di un'entità femminile. Una figura scheletrica, la Santa Muerte non deve essere confusa con l'immagine popolare messicana di La Catrina, la personificazione dei nativi messicani che volevano adottare stili europei, un'immagine disegnata per la prima volta da Jose Guadalupe Posada.

Il Messico ha un affetto speciale per la Vergine di Guadalupe: il suo culto supera di gran lunga quello di tutti gli altri santi cattolici e forse anche di Cristo stesso. Quindi ha senso che il Santo messicano della morte sia una donna. Questo paese ha anche una lunga tradizione di celebrare i morti e di riunirsi con loro durante le festività annuali del Giorno dei Morti. I messicani vedono il Dia de Muertos come un'opportunità per invitare i morti a tornare tra i vivi e per celebrare la vita che hanno vissuto con coloro che hanno lasciato.

 

Questa tradizione risale a prima della colonizzazione spagnola, quando le tribù indigene del Messico praticavano un forte culto della morte, credendo in vari dei e dee degli inferi e dei morti e trascorrendo i loro mesi estivi eseguendo rituali simili a quelli del Giorno dei Morti, come allestire altari per i morti, mangiare cibi speciali e festeggiare con musica e balli.

La Santa Muerte è cresciuta in popolarità dagli anni '90 fino ad oggi, quando la situazione dei messicani ordinari è complicata dalla violenza del traffico di droga, dalla povertà e dalla difficoltà di farsi strada in una società che non è sempre gentile con i suoi inferiori classi. Questo fa parte del suo appello ai residenti più poveri e laboriosi del Messico.

Fino al 1 luglio 2016, un rosario mensile di Santa Muerte si è tenuto presso un altare di strada a Tepito, uno dei quartieri centrali più difficili di Città del Messico. Il rosario si è tenuto presso un altare tenuto dalla famiglia Romero in via Alfarería, ma è stato cancellato dalla padrona di casa quando il marito è stato ucciso a colpi di arma da fuoco davanti all'altare il 7 giugno 2016. Ma i credenti continuano ad arrivare: a pregare la Santisima per curare i loro disturbi, risolvere i loro problemi e proteggere i loro figli. Sono avvertiti di non fare promesse al Santa Muerte che non possono mantenere o rischiare di provare la sua ira.

 

Altri altari si trovano nel Centro Historico di Città del Messico, dove i credenti lasciano mele rosse, liquori, tabacco, fiori e candele come offerte alla flaquita ("quella magra"), come è chiamata a volte.

In tutto il paese troverai variazioni del culto di Santa Muerte, specialmente negli stati di Veracruz e Hidalgo. La maggior parte dei credenti ha una statuetta di Santa Muerte nella propria casa, che decorano, vestono, parlano e pregano - un membro importante della loro famiglia. Le regole non dette del culto di Santa Muerte sono di darle il rispetto e la deferenza che lei richiede. Invece di essere visto come un simbolo satanico in Messico, il Santa Muerte è ancora sotto la guida di Dio, come uno dei suoi lavoratori, una parte necessaria del ciclo di vita di ogni essere umano e un santo che tutti dobbiamo conoscere.

 

 


Articolo più vecchio