la storia della gioielleria cranio .

I teschi compaiono in tutti gli stili di abbigliamento, accessori e gioielli,   occupano un posto di rilievo nella grafica stampata e nei tatuaggi moderni.   Ma cosa c'è davvero dietro le rappresentazioni di teschi, ali e scheletri che sono parte integrante della moda?  

Che ci crediate o no, l'uso di ossa e gioielli in cranio metallo risale alla storia antica e il simbolismo dietro queste rappresentazioni non è cambiato molto in mille anni.

Bracciale uomo perline in pietra lavica e cranio di Santa Muerte Paris

Le antiche civiltà come gli egiziani e gli aztechi usarono il   cranio   come simbolo del ciclo della morte e della rinascita.   In queste culture, la morte non era guastata dallo stesso stigma del mondo occidentale di oggi e i cicli della natura (incluso il passaggio nell'aldilà e persino negli inferi) venivano affrontati con lo stesso rispetto dei rispettivi dei che dovrebbero controllarli. .   Le ossa vere sono state anche perforate attraverso le aree della pelle e assemblate per creare gioielli. In questo caso, più grande è l'osso, più abile e rispettato il membro della tribù.

Alcune cerimonie e celebrazioni azteche originali che coinvolgono teschi e resti scheletrici sono state infine tradotte in una celebrazione più moderna in Messico, nota come Dia de los Muertos o "Il giorno dei morti". Day of the Dead è celebrato in molte parti del Messico e in alcune parti dell'America Latina.   Il simbolismo di   cranio   ancora un legame molto visibile con queste celebrazioni, le caramelle di marzapane sagomate e dipinte chiamate " calaveritas de azucare" svolgono un ruolo importante.

Nel 15 ° secolo, le persone iniziarono ad adornarsi con tutto ciò che ricordava loro la loro mortalità - teschi e scheletri inclusi - creando quello che viene chiamato "memento mori". Il termine si traduce in "ricorda che devi morire" non il più brillante dei sentimenti, ma la morte era diversa allora. La regina Vittoria ha ripreso questa idea e ha lanciato la tendenza dei gioielli commemorativi che, piuttosto che segnare l'inevitabilità della morte, hanno commemorato il ricordo di una persona cara defunta.

Bracciale e teschi in pelle di Santa Muerte Paris

Durante il periodo elisabettiano in Europa, gli anelli modellati a forma di cranio o un teschio con una mascella mancante, sono diventati un simbolo di appartenenza alla società.   Questa stessa rappresentazione del cranio umano è ancora oggi utilizzata come distintivo di alcuni   bande   motociclisti e, nello stesso senso, significa appartenere a questi gruppi che sono considerati in molti modi distinti dalla società ordinaria.

In tempi più recenti, i teschi sono stati visti con le ali (che simboleggiano la libertà nel senso di liberare i morti dalla loro forma fisica in una forma spirituale più libera), con ossa incrociate (che significa eternità, pericolo o veleno), con farfalle (che simboleggiano la natura mutevole della vita), con serpenti (una rappresentazione dell'immortalità o conoscenza del mondo a venire) e con croci (che indicano gli inizi dell'umanità).  

Collana da uomo catacomba di Santa Muerte Paris

Emblemi e grafica contenente   osso   e i teschi umani continuano a evolversi e riciclare attraverso l'arte e la moda.   O queste immagini ci condurranno nel futuro della moda, solo il tempo potrà dirlo.

Nessuna rock star che si rispetti o una rockstar futura può essere vista in pubblico senza almeno un cranio su di lui.

Chi ha iniziato la tendenza del cranio?   Nel mondo del rock, molte persone lo attribuiscono a Keith Richards dei Rolling Stones, che ha indossato un anello cranio per molto tempo.

Anello cranio di Santa Muerte Paris

"Keith indossa questo anello dall'inizio degli anni '70", afferma Gerard Marti, ex produttore discografico EMI, riferendosi all'anello realizzato su misura per Richards dagli orafi londinesi Courts e Hackett   . " L'anello cranio è il marchio di Keith.   Ogni musicista rock indossa un teschio in un modo o nell'altro. "

Naturalmente il simbolo del cranio precede la moda attuale   e   alle pietre. Il teschio è un must, viene dall'immagine del pirata, la bandiera nera.   È l'immagine di un ribelle, un fuorilegge, una persona che vive la sua vita secondo regole diverse.

Nel caso di Keith Richards, è difficile non vedere più questo cranio come un flirt con la morte.   Le voci sulla sua dissolutezza sono spesso esagerate, ma è certo che abbia ingannato la morte più volte.

Rosario decorato con teschi di Santa Muerte Paris

Supponendo che la maggior parte dei rocker e delle gang di motociclisti si vedano come dei moderni filibuster, i teschi che indossano sono una sorta di segnale di pericolo.   Le bandiere galleggianti erano un deterrente molto efficace ai tempi dei marinai.   I pirati avevano una tale cattiva reputazione che molte navi si arresero senza battaglia quando avvistarono questa bandiera.

In una certa misura, tutti flirtiamo con la morte, anche nei nostri tempi attenti alla salute.   Forse i teschi si rivolgono ai nostri lati oscuri?   O forse troviamo questa immagine del rocker troppo sexy per resistere?


Articolo più vecchio Articolo più recente

Language
French
Open drop down